Parco del Retiro

A due passi dal Museo del Prado, si trova il Parco del Buen Retiro: un'oasi di verde nel cuore di Madrid dove poter trascorrere ore o un'intera giornata!

125 ettari, 15000 alberi (compreso il più antico della città) e 4000 rose sono gli impressionanti numeri del Parco del Retiro (detto anche Parque del Buen Retiro), il luogo più amato dai madrileni per una sosta rilassante.

Son cifre che non riescono a rendere l’importanza che il Buen Ritiro ricopre nella vita quotidiana dei madrileni, che dall’inizio della primavera alla fine dell’estate lo eleggono meta prediletta dei loro weekend.

Venite qui anche voi per una pausa tra una visita culturale e l’altra: potrete passeggiare per ore tra i suoi viali alberati, fotografare eleganti strutture architettoniche, prendere un caffè in una terrazza all’aperto o noleggiare una barca a remi per romantiche ore da trascorrere sul lago artificiale più famoso di tutta la Spagna.

Ideale per scappare al caldo torrido dell’estate madrilena, il Parco del Retiro non è solo il polmone verde della città ma anche un importante centro culturale. Da fine giugno a metà luglio i suoi viali alberati si riempiono di bancarelle di libri per la decennale Fiera del Libro, l’evento letterario più importante della città; altri importanti eventi vengono organizzati durante tutto l’anno.

Aperto tutto l’anno dal primo mattino a tarda sera, il Parco del Retiro vi regalerà alcune tra le ore più belle della vostra vacanza a Madrid.

Cosa vedere al Parco del Retiro

L’ampio Parco del Retiro è un tripudio di eleganti costruzioni ed elementi decorativi. Potreste trascorrere una giornata intera al suo interno, fermandovi ad ammirare tutte le sue attrazioni! Qui di seguito vi segnaliamo quelle da non perdere.

Statue, monumenti e fontane

Numerosissime sono le sculture, le fontane e gli elementi decorativi che abbelliscono il parco del Retiro. L’immagine-simbolo del parco, che troverete su tutte le cartoline e le guide di Madrid, è il lago artificiale (estanque) dominato sul lato orientale dal Monumento ad Alfonso XII.

Si tratta di un grandioso colonnato in marmo decorato da numerose sculture; al centro della composizione troneggia la statua bronzea del re. Alto 30 metri, lungo 86 e largo 58, il monumentale colonnato sembra abbracciare il lago e diventare un tutt’uno con esso.

Le sue scalinate sono un popolare luogo di ritrovo per i madrileni, soprattutto d’estate, mentre le laghe del lago vengono solcate da numerose barchette a remi. Affittatene una anche voi: vi sembrerà di essere a Cambridge, ma con molti gradi in più!

Parco del Retiro a Madrid
© César Lucas Abreu – Madrid Destino

La statua più famosa del parco del Retiro è El Ángel Caído, l’unica statua al mondo dedicata al demonio, opera dell’artista madrileno Ricardo Bellver y Ramón. Simbolo della colpa, monito a non peccare, quest’angelo cacciato dal paradiso che si staglia nel cielo azzurro di Madrid è un’immagine dotata di grande forza drammatica nonché un eccezionale soggetto fotografico.

Tra le fontane, una delle più belle è la Fuente de los Galápagos, voluta nell’Ottocento dal re Ferdinando II per commemorare la nascita della figlia Isabella II. Decorata con motivi allegorici ed elementi marini che rimandano alla longevità e fecondità, era inizialmente collocata nella Red de San Luis e solo successivamente è stata trasferita nel parco.

Palazzi

Parco del Retiro
Il Palacio de Cristal nel Parco del Retiro © Hiberus – Madrid Destino

Il gioiello architettonico del Parco del Retiro è il Palazzo del Vetro (Palacio de Cristal), un’elegante costruzione in vetro e metallo seminascosta dagli alberi sulle rive meridionali del lago che costituisce uno dei migliori esempi di “architettura del ferro” in Spagna. Ispirato al Crystal Palace di Paxton, fu costruita nel 1887 come serra per piante tropicali; oggi viene usata come sede di mostre organizzate dal Centro de Arte Reina Sofía.

Non lontano dal Palazzo del Vetro si trova un altro spazio espositivo, il Palazzo di Velázquez, sede di mostre temporanee ideato dallo stesso architetto che progettò il Palazzo del Vetro. Anche questa struttura è caratterizzata da ferro e vetro, con una volta che permette di illuminare le sale con luce naturale.

All’estremità nordorientale del parco si trova la chiesetta Ermita de San Isidro, uno dei primi esempi di architettura romanica a Madrid. Costruita ad Avila nell’XI secolo, fu trasferita a Madrid soltanto nell’Ottocento.

Giardini

Di notevole interesse botanico sono i giardini situati all’interno dell’area del parco. Tra i più belli o più importanti segnaliamo:

  • Giardini di Cecilio Rodríguez, eleganti giardini classicisti con elementi andalusi.
  • Giardini dell’architetto Herrero Palacios, realizzati sul luogo dell’antica Casa de Fiera, il giardino zoologico voluto dal re Fernando VII. La puerta de Herrero Palacios è uno dei punti di accesso al parco del Retiro.
  • Rosaleda, un romantico giardino che conta oltre 4000 rose voluto dal sindaco di Madrid nel 1915 per dare un tocco di eleganza al parco e ideato dal Giardiniere Capo della Villa Cecilio Rodriguez. Il roseto originale fu purtroppo distrutto durante la guerra civile, ma vennero piantati nuovi esemplari negli anni Quaranta. Se visitate Madrid a maggio, periodo di fioritura delle rose, non potete non venire ad ammirare la Rosaleda in un tripudio di profumi e colori.
  • Parterre Francese, famoso perché al suo interno cresce l’albero più antico della città di Madrid, un cipresso calvo di oltre 400 anni.
  • Giardini de Vivaces, realizzati negli anni Sessanta in una delle aree allora più abbandonate del parco. Ancora oggi è una delle meno frequentate, pur essendo una zona molto bella con altissimi alberi di cedro, pini ed eucalipti: perfetta se cercate un po’ di tranquillità.

Un po’ di storia

Il nome del parco fa intuire le sue origini: il parco del Retiro fu infatti fondato nel Seicento dal re Felipe IV come luogo dove il re e la sua corte potevano “ritirarsi” a vita privata lasciando la residenza ufficiale in cerca di un break dagli obblighi di corte.

Per secoli di proprietà reale, il parco fu acquisito dal Comune di Madrid e aperto al pubblico nel 1868. Nel 1953 venne dichiarato “Giardino dall’alto valore storico ed artistico“.

Come arrivare al Parco del Buen Retiro

Il Parco del Buen Retiro si trova nel centro di Madrid ed è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici: fermano qui la metro L2 e numerosissime linee di autobus. L’ingresso al parco è gratuito.

Informazioni utili

Indirizzo

Plaza de la Independencia, 7, 28001 Madrid, Spagna

Contatti

TEL: +34 914 00 87 40
Sito ufficiale

Trasporti

Fermate Metro

  • Retiro (622 mt)

Fermate Bus

  • Casón Del Buen Retiro (391 mt)
  • Alfonso XII - Jardín Botánico (445 mt)
  • Menendez Pelayo - Retiro (545 mt)

Nei dintorni

Mappa

Alloggi Parco del Retiro

Cerchi un alloggio in zona Parco del Retiro?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili nei dintorni di Parco del Retiro
Mostrami i prezzi