Lanzarote

L'isola di Lanzarote è una meravigliosa meta di vacanza, che consente di alternare splendide spiagge a visite culturali e patrimoni naturali.

Lanzarote è la più orientale delle Canarie: si trova a circa 125 chilometri dalla costa dell’Africa e a 1.000 chilometri dalla penisola iberica. E’ la quarta più grande delle isole dell’arcipelago ed è una meta molto amata per le vacanze, dato l’ottimo clima, i panorami vulcanici, le bellissime spiagge, lo spirito amichevole e accogliente delle persone del posto e i prezzi modici.

Quando andare a Lanzarote

Come regola, Lanzarote gode di buone condizioni meteo in qualunque periodo dell’anno, permettendo così di godersi le sue spiagge anche durante l’inverno. Da maggio a ottobre è quasi impossibile trovare un giorno di pioggia, mentre d’inverno il tempo diventa più instabile – anche se per la stragrande maggioranza dei giorni, il sole domina la scena.

I mesi migliori per visitare Lanzarote sono senza dubbio settembre e ottobre, quando il caldo dell’estate si è dissipato un po’, il vento non è eccessivo e il mare è calmo, piatto e caldo.

Dove dormire a Lanzarote

Lanzarote, come le altre isole Canarie, offre tre alternative per gli alloggi: gli hotel, gli appartamenti e le ville. A seconda del budget per la vostra vacanza, potrete trovare la soluzione più giusta per voi.

Gli hotel possono essere sia economici che di lusso, e spesso si adattano al soggiorno di famiglie in cerca di comfort. Per chi vuol calarsi nella quotidianità dell’isola, soggiornare in un appartamento può essere la giusta soluzione: un modo per essere indipendenti e liberi di esplorare tutta questa terra.

L’alternativa di lusso all’appartamento è la villa: vi sono infatti moltissime residenze di élite che vengono messe in affitto anche per brevi periodi di tempo.

hotelTutti gli hotel a Lanzarote

Dormire ad Arrecife

La capitale dell’isola è un luogo diverso e interessante da visitare con edifici storici, un museo d’arte e numerosi negozi tradizionali, nonché i grandi negozi di marca. Se si sceglie di soggiornare a Arrecife c’è un hotel a quattro stelle in città utile anche come punto di riferimento e luogo di incontro, nonché una selezione di piccoli ostelli a conduzione familiare.

Nascosto in un labirinto di piccoli passaggi vi è il mercato di La Recova, dove si trovano prodotti freschi e beni di seconda mano, così come molti negozi artigianali.

La spiaggia di Arrecife è un posto meraviglioso per perfezionare l’abbronzatura con la sua sabbia dorata, fiancheggiata da bar che sono l’ideale per rilassarsi con un caffè o un cocktail in qualsiasi momento della giornata.

hotelAlloggi a Arrecife

Dormire a Playa Blanca

Playa Blanca è la località turistica più recente di Lanzarote, e si trova proprio sulla punta meridionale dell’isola, e si estende per sette chilometri dalla bellissima spiaggia di Papagayo fino al Faro de Pechiguera.

Non perdetevi il bellissimo lungomare. La spiaggia di Playa Blanca è centrale rispetto al villaggio; vi sono inoltre molte spiagge più piccole e calette graziose, che si possono raggiungere a piedi o con il servizio di taxi-boat. Qui si trovano sia sistemazioni economiche che alloggi più lussuosi in complessi residenziali di alto livello.

Ci sono ristoranti invitanti per cene a lume di candela e serate nei bar dove si può gustare una bevanda rinfrescante. Per chi ama la vita notturna, Playa Blanca è più tranquilla di Puerto del Carmen, ma ci sono comunque posti vivaci per ballare fino all’alba.

hotelAlloggi a Playa Blanca

Dormire a Puerto del Carmen

Puerto del Carmen era una volta un piccolo villaggio di pescatori ma ora si estende per sei chilometri e la spiaggia è un susseguirsi di stabilimenti balneari. Si tratta della località di mare per eccellenza dell’isola, e la sua posizione è ottima, vicino all’aeroporto, ma anche perfetta per gli appassionati di sport: il prestigioso evento Ironman Lanzarote si tiene qui ogni anno.

Corsa, ciclismo e immersioni subacquee sono tutti passatempi molto popolari, mentre la vita notturna è senz’altro la migliore in tutta Lanzarote e il Centro Atlantico è il posto da non perdere. Ci sono abbastanza pub, discoteche, bar per soddisfare gli amanti della vita notturna.

Da oltre un decennio, il Biosfera Plaza è il centro commerciale di Puerto del Carmen: vi sono oltre cinquanta negozi, diversi ristoranti, un campo da golf e un centro giochi per bambini. C’è anche un grosso supermercato, dove potersi rifornire di beni essenziali per chi sceglie di soggiornare in un appartamento o villa.

Gli alloggi a Playa del Carmen sono molto orientati verso sistemazioni indipendenti con numerosi complessi residenziali tra cui scegliere e alcune ville private da affittare.

hotelAlloggi a Puerto del Carmen

Dormire nell’interno

A Lanzarote vi sono alcuni villaggi nell’entroterra che possono essere scelti per soggiornare, posti ideali per chi vuol alternare una vacanza di mare ad una vacanza di trekking ed escursioni. Sono zone meno turistiche, per cui perfette per chi è alla ricerca di pace e tranquillità.

Ad esempio, Tahíche è conosciuta per aver dato i natali al celebre artista César Manrique. La sua residenza personale El Taro è costruita in uno scenario lavico, ed è uno dei siti turistici più famosi dell’isola.

Vi è poi Teguise o La Villa, un tempo capitale di Lanzarote prima che venisse trasferita ad Arrecife a metà del 18° secolo. La città ha alcuni edifici incredibili, strade acciottolate e un sacco di storia. Teguise è nota per il suo mercato domenicale, di cui rimarrete affascinati.

Il villaggio di Femés è infine situato nella parte alta di una valle ai confini delle favolose montagne, nota con il nome di Monumento Natural de Los Ajaches, e si affaccia su Playa Blanca e sullo stretto di Bocaina.

Spiagge di Lanzarote

L’incantevole spiaggia del Papagayo

Lanzarote è un vero paradiso per gli amanti della spiaggia. L’isola è sede di quasi 100 superbe distese di sabbia, alcune delle quali considerate tra le migliori delle Canarie, come ad esempio l’enorme baia di Famara lungo la frastagliata costa nord-occidentale e le calette interconnesse di Papagayo, situate vicino a Playa Blanca, nel sud.

Tutte le principali località di Puerto del Carmen, di Costa Teguise e di Playa Blanca vantano alcune spiagge eccellenti, per la maggior parte sabbiose, con la sabbia importata dal deserto del Sahara. Sono località create ad hoc per i turisti.

Le Isole Canarie sono spesso associate a spiagge di sabbia nera, ma a Lanzarote ve ne sono poche di queste, nonostante le recenti eruzioni vulcaniche sull’isola. Se però volete vedere una spiaggia tipica delle Canarie andate a Playa Quemada.

Oltre a quelle più frequentate dai turisti, si possono esplorare spiagge un po’ fuori dai sentieri battuti, incontaminate e non invase da strutture e costruzioni.

Famara

La spiaggia di Famara, lunga oltre 5 km, si trova sulla costa nord-occidentale dell’isola. E’ circondata da spettacolari scogliere rosa ed ha una morbida sabbia dorata. Si trova tra il villaggio di pescatori di La Caleta de Famara e la base della imponente scogliera omonima, e mostra la sua bellezza con la bassa marea, soprattutto se questa coincide con il tramonto.

La spiaggia di Famara è adatta agli sport acquatici, come surf, bodyboard, windsurf e kitesurf, grazie alle sue onde e al vento costante. Un’altra delle cose da non perdere una volta giunti in questa spiaggia è una lunga passeggiata rilassante in riva al mare.

Charca de la Novia

Charca de la Novia è una baia situata all’estremo nord dell’isola, vicino alla cittadina di Orzola. Ha una spiaggia di sabbia bianca, che si estende per circa un chilometro, e acqua turchese.

Sulla spiaggia ci sono anche delle rocce di lava, e durante l’alta marea si creano grandi laghi di roccia vulcanica nera intervallati da sedimenti di sabbia bianchissima. Si crea così uno scenario mozzafiato e molto particolare.

Playa de El Golfo

La spiaggia di El Golfo, situata a sud dell’isola nel comune di Yaiza, si è formata in seguito alle eruzioni vulcaniche del 1730. Il mare passa attraverso i crateri formando una bella spiaggia di sabbia nera, in contrasto con il lago verde che si trova alle sue spalle: il colore verde deriva dalle alghe che vivono sulla sua superficie.

E’ vietato fare il bagno e addirittura toccare l’acqua del lago a causa della sua potenziale pericolosità. Per contro, la spiaggia non è molto estesa ma si può godere di tranquillità e relax perchè non è ancora molto conosciuta dal turismo di massa.

Playa Papagayo

Ecco la spiaggia più bella e popolare di Lanzarote, e sicuramente la più affollata nelle giornate di sole. Playa Papagayo appartiene al Parco Naturale Los Ajaches ed è una spiaggia molto riparata, circondata da scogliere ripide che catturano la maggior parte dei venti.

Assolutamente non mancate di salire sulla parte sinistra della scogliera per avere una splendida vista sulla costa e della spiaggia. Per raggiungerla occorre pagare un pedaggio di 3 euro e percorrere qualche chilometro di sterrato.

El Reducto

La spiaggia di El Reducto è lunga circa mezzo chilometro e larga circa 45 metri. E’ la spiaggia cittadina di Arrecife, ed è divisa in due aree principali: una zona più tranquilla che circonda il Grand Hotel con accesso per disabili e alcune palme da cocco che offrono ombra ai bagnanti, e l’altra che si apre verso la punta di Juan Rejon e la passeggiata che collega Playa Honda e Puerto del Carmen.

La spiaggia ha una sabbia bianca e fine ed è dotata di molti servizi come ristoranti, docce, bar e servizi igienici, oltre ad un bel lungomare.

Spiagge di Puerto del Carmen

Puerto del Carmen è una delle principali località turistiche di Lanzarote e conta numerose spiagge. Tra le più importanti possiamo citare:

  • Playa de los Pocillos: una lunga distesa di sabbia dorata,’ideale per il windsurf. Ha un servizio docce, servizi igienici e lettini.
  • Playa Chica: una curiosa baia protetta da estensioni di lava naturali che danno a questa spiaggia un carattere speciale. La spiaggia è diventata famosa per le particolarità dei fondali marini.
  • Playa Grande: senza dubbio la spiaggia più centrale, più accessibile e dotata dei migliori servizi.
  • Playa de Matagorda: una delle più suggestive spiagge di Puerto del Carmen. Si tratta di una spiaggia tranquilla delimitata da una splendida passeggiata che offre una vasta gamma di ristoranti e negozi. E’ dotata di lettini e ombrelloni.

Cosa fare a Lanzarote

L’acqua limpida di Playa el Risco

 

Lanzarote è un luogo d’ispirazione per ogni viaggiatore. Il suo paesaggio vulcanico unico, la ricca flora e fauna, l’importanza culturale, la sua nomina a Riserva della Biosfera dell’UNESCO, la ricca vita marina hanno creato un’impressione diversa ma duratura per tutti coloro che hanno visitato Lanzarote o pianificano una vacanza qui.

Trekking e fotografia

Pensando alle Canarie, è normale immaginare una serie di spiagge affollate e località balneari sulla costa. Ma Lanzarote non è solo questo: la bellezza delle zone interne, spesso modellate dai fenomeni vulcanici, ha creato una serie di percorsi di trekking di cui rimarrete affascinati.

Presso i villaggi turistici vi sono molte agenzie locali che organizzano tour a piedi di esplorazione, o gite in quad. I più avventurieri possono pensare di intraprendere queste lunghe passeggiate da soli, grazie anche alle ottime indicazioni che si trovano sull’isola.

I paesaggi, sia quelli interni che costieri, sono molto amati anche da chi per gioco o lavoro si diletta con la macchina fotografica. I colori particolari di questa terra, di cui il nero delle rocce vulcaniche, l’azzurro del cielo, il bianco delle case e il verde delle palme e dei cactus sono predominanti, colgono l’interesse di molti fotografi.

Sport

Il surf a Lanzarote è uno degli sport più praticati. L’isola rientra infatti nella lista dei luoghi migliori del pianeta per la sua pratica: le onde qui sono paragonabili a quelle delle mitiche Hawaii.

Oltre al surf, vengono praticati sia windsurf, soprattutto quando il vento è forte, che kite-surf. Una buona area per praticare il windsurf a Lanzarote è Playa de las Cucharas a Costa Teguise.

La vela è uno sport che va per la maggiore, grazie anche ai tanti porti turistici, attrezzati per ospitare ogni tipo di imbarcazione. Non dimentichiamo poi, come in tutte le Canarie, che il golf è uno sport praticato da molti abitanti e turisti dell’isola, così come lo snorkeling e le immersioni subacquee, grazie alle sue acque trasparenti e alla ricchezza della sua fauna.

Tour ed escursioni

Questa isola vulcanica offre una vasta gamma di attrazioni, che comprendono meraviglie naturali come il Parco Nazionale di Timanfaya e le opere stupefacenti di Cesar Manrique. Le agenzie locali saranno pronte a proporvi tour ed escursioni di ogni genere, da quelli privati a quelli di gruppo.

I tour organizzati si adattano alle esigenze di tutti, andando incontro anche alle famiglie che viaggiano con i bambini. Oltre a tour nell’entroterra, vengono organizzate anche escursioni via mare, presso parti della costa non raggiungibili via terra, o verso le vicine isole di La Graciosa e Fuerteventura.

Tutte queste escursioni possono essere organizzate per conto proprio, anche se l’efficienza e la professionalità delle guide ufficiali renderà ancora più interessanti tutti i vostri spostamenti.

Cosa vedere a Lanzarote

Isla Graciosa vista dal Mirador del Rio

Lanzarote è pura geologia, paesaggi lunari, acqua trasparente, oasi di palme, dove l’uomo è riuscito a convivere con armonia. Il suo paesaggio può essere goduto tutto l’anno. L’isola possiede più di 100 vulcani in 800 chilometri quadrati, che modellano il paesaggio lavico rendendolo unico al mondo.

Ci sono molti luoghi sorprendenti, che cattureranno ogni viaggiatore, grazie soprattutto a Cesar Manrique, che ha arricchito la sua isola natìa con una serie sorprendente di installazioni e monumenti che si integrano alla perfezione con il territorio.

Mirador del Rio

Situato a 400 metri dal Risco de Famara, il Mirador del Rio è una delle creazioni architettoniche più rappresentative di César Manrique. Situato nelle vicinanze dei resti di un vecchio complesso militare, risalente alla fine del XIX secolo, il Mirador si nasconde nella roccia e dona una vista sulla striscia di mare che separa Lanzarote da Graciosa.

Se l’edificio è appena percettibile dall’esterno, le sorprese interne colpiranno subito i vostri occhi. Vi sono infatti due vetrate impressionanti, che rappresentano gli occhi del Mirador, idea dell’artista per aumentare l’effetto della vista panoramica.

Cueva de los verdes

la Cueva de los Verdes è una grotta ricca di leggenda. Formatasi dopo l’attività eruttiva del vulcano della Corona, è una delle meraviglie nascoste nelle viscere di Lanzarote più sorprendenti.

Venne usata come nascondiglio dalla popolazione locali contro gli attacchi e le invasioni di pirati provenienti dal Nord Africa durante i secoli passati, e dal 1900 in poi è diventata un must per studiosi e scienziati europei, affascinati da questa formazione vulcanica unica.

La gamma cromatica di colori che spazia tra ocra, grigio, nero e rosso in questo paradiso di oscurità aiuta a disegnare paesaggi grotteschi e strutture rocciose spettacolari che sorprendono i visitatori. Addentrarsi nella Cueva de los Verdes è senza dubbio paragonabile ad un viaggio verso il centro della terra.

Parco nazionale del Timanfaya

Il Parco Nazionale di Timanfaya è un parco nazionale istituito nella parte sud-occidentale di Lanzarote, nei comuni di Tinajo e Yaiza. Il parco è interamente costituito da terreni vulcanici, e la statua “El Diablo” di César Manrique ne è il suo simbolo.

Non vi sono più state eruzioni vulcaniche negli ultimi anni, sebbene via sia ancora oggi un vulcano attivo, appunto il Timanfaya, da cui prende il nome il parco. Dal 1993, quando l’UNESCO ha individuato Lanzarote come riserva della biosfera, il parco ne è entrato a far parte.

L’accesso al parco da parte del pubblico è rigorosamente regolato per proteggere la delicata flora e fauna. Ci sono solamente due percorsi, percorribili a piedi dai visitatori, oltre ad un adrenalinico giro in bus dove gli esperti autisti locali vi faranno prendere un bello spavento!

Jameos del agua

Il Jameos del Agua è un luogo in cui la natura e l’umanità hanno deciso di unirsi. Anche questo è opera di César Manrique, che ha saputo trasformare ciò che rimaneva di un vulcano in un luogo unico al mondo, creando uno spazio che è oggi centro naturale e artistico.

Dal punto di vista naturale, questa grotta è stata creata da un flusso di lava circa 3.000 anni fa. Adiacente alla grotta si trova un giardino con una grande piscina artificiale, una pista da ballo e un bar che sono stati costruiti nelle rocce.

Jardin de cactus

E’ stato l’ultimo grande intervento di César Manrique a Lanzarote. Circondato dalla più grande piantagione di cactus sull’isola, il Jardin de Cactus ospita circa 4.500 esemplari di 450 specie raggruppate in 13 famiglie di cactus arrivati ​​dai cinque continenti.

Il verde delle piante contrasta con l’azzurro del cielo e il nero del vulcano per creare un’esplosione armoniosa di colori che non lascerà indifferenti i visitatori. Il giardino si trova immerso in un contesto paesaggistico incontaminato, dove gli unici rumori percepiti sono quelli della natura.

Arrecife

Arrecife è la capitale di Lanzarote, e oltre ad esserne centro amministrativo e commerciale ospita oltre la metà della sua popolazione. Il suo carattere marittimo si fonde con la fortezza difensiva e con la sua attuale funzione di città di servizi dedicata alle relazioni commerciali.

Il suo nome deriva dalle scogliere (arrecifes), che si elevano sul mare non poco lontano. Oggi ospita centri commerciali, numerosi punti vendita specializzati, negozi di articoli da regalo e una serie di piccoli punti vendita che vendono i prodotti e souvenir con attenzione al cliente.

È quindi facile trovare una vasta gamma e varietà di prodotti, sia di origine artigianale locale che importata dai più improbabili mercati internazionali.

Oltre al suo ruolo di centro commerciale e turistico, Arrecife, è anche interessante per la costa stessa, con la sua varietà di isolotti e barriere coralline sorti dai flussi di lava, alternati a castelli difensivi costruiti per la protezione contro i corsari.

Visitate ad esempio il Castillo de San José, ora trasformato nel Museo Internazionale d’Arte Contemporanea, o il Castillo de San Gabriel, collegato alla capitale dal ponte di Puente las Bolas.

Infine, una delle attrazioni turistiche più frequentate è il Charco de San Gines, una sorta di lago formato dal defluire dell’acqua di mare in una specie di laguna. Lungo le sponde del lago vi sono caratteristiche case di pescatori, mentre accanto sorge la Chiesa di San Gines.

Come raggiungere Lanzarote

Lanzarote è una destinazione di vacanza tutto l’anno grazie al suo clima eccellente, quindi con le compagnie aeree che volano sull’isola per tutto l’anno di solito la disponibilità è buona per la maggior parte delle date.

Anche durante l’alta stagione è facile trovare un volo in partenza da vari aeroporti italiani. Le compagnie aree che offrono voli diretti dall’Italia sono le low cost Ryanair, Easyjet e Vueling. Ryanair offre voli diretti da Bologna, Roma Fiumicino e Bergamo, Easyjet da Milano Malpensa e Vueling da Roma Fiumicino.

Prenotando con un certo anticipo si riescono a spuntare ottime tariffe, con la consapevolezza che nei periodi di alta stagione i prezzi tendono a salire inesorabilmente. In alternativa è possibile prenotare un volo Iberia con scalo a Madrid.

Se state progettando di abbinare a Lanzarote un’altra isola delle Canarie sono disponibili anche voli interni da e per Gran Canaria e Tenerife, così come collegamenti in traghetto con tutto l’arcipelago, specie con Fuerteventura che dista soltanto pochi chilometri.

Mappa

Cerchi un alloggio a Lanzarote?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Lanzarote
Mostrami i prezzi