Quando andare in Spagna

C'è sempre una buona scusa per andare in Spagna, in tutte le stagioni. Ecco come scegliere il periodo migliore per la vacanza dei vostri sogni!

La varietà di climi e paesaggi della Spagna fa sì che sia possibile visitare questo paese in ogni stagione. Non c’è in assoluto un periodo migliore per andare in Spagna: dipende molto dal tipo di vacanza che dovete fare, e lo stesso vale per la località in cui soggiornare.

In generale, tenete presente che al sud e nelle città interne come Madrid l’estate è torrida, quindi per queste destinazioni sono da preferire stagioni come la primavera e l’autunno. Le isole Baleari e ancor più le Canarie hanno un clima mite tutto l’anno, mentre le regioni settentrionali sono umide e piovose, con poca differenza di temperature tra l’estate e l’inverno.

Maggiori informazioni sul clima in Spagna, che vi aiuteranno a scegliere quando andare, potete trovarla alla pagina Meteo Spagna. Qui di seguito vi diamo qualche suggerimento sui periodi migliori per visitare questo fantastico paese in base a diversi tipi di vacanza e ai più importanti eventi e feste tradizionali.

Vacanze di mare

Per moltissimi italiani la Spagna è sinonimo di sole e mare ed in effetti con le sue migliaia di chilometri di costa questo paese è una destinazione ideale sia per chi vuole una vacanza di mare comoda, con tutti i servizi, sia per chi ama stare immerso nel verde e cerca cale solitarie e spiagge selvagge.

Le isole Canarie con il loro clima subtropicale garantiscono sole e buone temperature tutto l’anno; nei mesi invernali l’acqua del mare (che qui, ricordiamo, è oceano) potrebbe essere troppo fredda per fare il bagno, ma quasi tutti gli hotel e gli appartamenti vacanza sono dotati di piscina.

Le isole Baleari hanno un clima diverso, mediterraneo anziché subtropicale, e quindi d’inverno sono più adatte a chi vuole cultura e passeggiate anziché una tipica vacanza di mare e spiaggia. Sono perfette per l’estate, perché più ventilate rispetto ad altre località della costa spagnola, e adatte anche a una vacanza in primavera o in autunno.

Al sud-est e ancor più al sud si può tranquillamente fare il bagno in primavera e fino all’autunno inoltrato, mentre l’estate è torrida, con temperature altissime e precipitazione pressoché inesistenti. Per visitare l’Andalusia e prendere il sole nelle spiagge della Costa del Sol o della Costa Blanca, nei dintorni di Valencia, i mesi migliori sono maggio, giugno e settembre.

Weekend in città

Le più importanti città spagnole, Madrid e Barcellona in testa ma anche Valencia e Bilbao, si possono visitare tutto l’anno: la quantità di attrazioni turistiche (storiche, culturali e paesaggistiche), sia all’aperto che al chiuso, che queste località offrono garantisce una vacanza entusiasmante indipendentemente dal clima.

Va detto però che a differenza delle altre tre, Madrid non gode del sollievo della brezza marina durante l’estate, il che la rende una città calda e afosa: per visitare la capitale è consigliabile, se possibile, evitare la piena estate e scegliere stagioni più temperate; stesso discorso per le tre perle dell’Andalusia, Siviglia, Cordoba e Granada.

Pasqua

Andare in Spagna a Pasqua è un’ottima idea se volete conoscere l’anima più tradizionale ed autentica di questo affascinante paese: è un momento carico di emozione in cui si può vivere un’atmosfera unica, introvabile altrove.

Le celebrazioni della Settimana Santa sono le feste tradizionali più autenticamente spagnole, vissute con intensità e partecipazione un po’ in tutto il paese, ma in ogni località assumono una loro particolarità dettata dalle tradizioni locali, che fondono in maniera originale sentimenti religiosi e passione popolare.

Tra le più famose ricordiamo le processioni in Andalusia, soprattutto Siviglia e Malaga, ma sono molto suggestive anche quelle di Murcia, Toledo, Elche, Caceres e Valladolid.

Capodanno

Il Capodanno in Spagna è una festa esaltante, spumeggiante e a tratti esagerata che dura dalla sera del 31 fino alla mattina inoltrata del primo giorno dell’anno. La vitalità, l’energia e la voglia di divertirsi tipica degli spagnoli è trascinante e vi divertirete sicuramente, qualunque località scegliate.

La grande festa, però, è il Capodanno a Madrid con i festeggiamenti e il grande spettacolo pirotecnico a Puerta del Sol: la tradizione impone di mangiare dodici acini d’uva, uno per ogni rintocco di campana che preannuncia l’arrivo della mezzanotte; mode recenti invece suggeriscono di indossare una parrucca colorata.

Feste tradizionali

Non potete andare in Spagna nel periodo pasquale? Niente paura, non avete perso l’opportunità di assistere ad emozionanti feste tradizionali. Per la loro originalità e per l’incredibile partecipazione popolare alcune sono diventate eventi di risonanza internazionale e alcune addirittura sono state dichiarate Patrimonio dell’Umanità Unesco.

La più stravagante è forse la festa di San Fermín che si tiene a Pamplona nel mese di luglio e per nove giorni trasforma completamente la città. Il momento più celebre di questa festa è l’adrenalinica corsa dei tori: gli abitanti della città, a cui si uniscono i turisti più avventurosi, corrono davanti a un gruppo di tori lasciati liberi lungo un percorso cittadino che si conclude all’arena della corrida.

Da vedere almeno una volta nella vita sono Las Fallas di Valencia, una festa popolare di dimensioni epiche che si svolge a marzo: i suoi protagonisti sono centinaia di enormi pupazzi satirici sparsi per la città che vengono bruciati in un tripudio di luci, musica e fuochi d’artificio.

Per chi ha ferie soltanto ad agosto l’appuntamento da non perdere è la Feria de Malaga, la grande festa dell’estate andalusa, con stand gastronomici per le strade, spettacoli, musica, fuochi d’artificio, costumi tradizionali e feste che durano fino a mattino.

Eventi sportivi

Un’idea originale è quella di organizzare una vacanza in Spagna in corrispondenza di un grande evento di vostro interesse. Magari siete appassionati di moto e volete assistere a uno delle prove più importanti del motomondiale o invece amate il ciclismo e volete assistere a sfide emozionanti… ecco i principali eventi sportivi in Spagna per chi vuole organizzare una vacanza tematica:

  • MotoGP: la Spagna può vantare ben tre circuiti protagonisti del motomondiale: Jerez de la Frontera, Valencia e Aragón.
  • Vuelta: l’equivalente del Giro d’Italia in Spagna ed ugualmente appassionante per tutti gli amanti del ciclismo, si svolge generalmente tra la fine di agosto e metà settembre.
  • Formula 1: la gara che si svolge nel circuito di Montmeló (Barcellona) è un appuntamento imperdibile per gli appassionanti di automobilismo.
  • PalmaVela: tra i tanti tornei di vela che si organizzano in Spagna, sopratutto nella zona di Valencia e nelle isole, segnaliamo questo torneo a Mallorca che sta acquistando sempre maggior prestigio internazionale.
  • Calcio: non si possono non inserire nella lista dei principali eventi sportivi spagnoli gli emozionanti match tra i grandi club che hanno fatto la storia del calcio. Assistere a una partita di campionato o meglio ancora di Champions League nei leggendari stadi di Barcellona a Madrid è per un vero appassionato di calcio un’esperienza imperdibile.