Dove dormire in Spagna

Una guida per scegliere dove dormire in Spagna, con consigli e link diretti per prenotare in un attimo il vostro hotel, b&b, appartamento o ostello.

La Spagna è un paese di enormi dimensioni, con climi e paesaggi che variano notevolmente nelle diverse regioni, ed è quindi una meta turistica adatta a diverse tipologie di vacanza, dalla settimana di mare a un breve city-break.

Per aiutarvi a scegliere dove dormire in Spagna abbiamo creato una guida alle principali località turistiche spagnole, suddivise per tipologie: le più belle e famose città, località balneari e isole.

Troverete anche informazioni specifiche sull’incantevole Andalusia, da molti considerata la regione più suggestiva di tutto il paese, e sulla Spagna del Nord, che in anni recenti ha attirato sempre più turisti grazie alla crescente popolarità del Cammino di Santiago.

Cerca Hotel, Appartamenti e B&B
Prenota online e paga al tuo arrivo!
Le tariffe migliori, Zero anticipo e Zero commissioni!

Dormire nelle città d’arte

Tantissime sono le città interessanti della Spagna che meriterebbero di essere inserite in un itinerario di vacanza. Una buona soluzione è soggiornare in una delle principali città spagnole e da lì spostarsi con i mezzi pubblici o con un’auto a noleggio per fantastiche gite in giornata, ma si può anche dedicare l’intera vacanza alla visita di una grande città.

Ecco quattro città da non perdere in Spagna.

Madrid

Madrid è una moderna metropoli, entusiasmante e vitale. Ancora oggi sede della monarchia spagnola, la capitale spagnola è anche una città dal fascino regale che può vantare alcuni dei musei più prestigiosi d’Europa tra cui il celebre Museo del Prado, che da solo attira ogni anno nella capitale milioni di visitatori.

Leggendaria è la sua vita notturna, con locali aperti fino a tarda notte tutte le sere, ma accanto alla Madrid trendy e trasgressiva trova spazio la Madrid delle tradizioni, dei piccoli baretti di quartiere, delle feste popolari.

Gli alloggi a Madrid sono generalmente meno cari rispetto a quelli di altre famose capitali europee, ma se volete risparmiare potete prenotare il vostro hotel, b&b o appartamento fuori dal centro, approfittano degli efficienti mezzi di trasporto pubblici.

Per sapere quali sono le zone migliori dove prenotare un hotel nella capitale visitate la pagina Dove dormire a Madrid.

Barcellona

Barcellona sta alla Spagna come Milano sta all’Italia: non è la capitale, ma avrebbe tutte le carte in regola per esserlo. Motore economico del paese, è una città dinamica e moderna che rimane però fortemente legata alle sue tradizioni.

La sua fama turistica è legata al nome di Antonio Gaudì, a cui si devono bizzarri edifici ormai famosi in tutto il mondo, come le celebri case e l’incompiuta Sagrada Familia, tutt’oggi in costruzione, e a una leggendaria movida. In più rispetto a Madrid ha pure il mare!

Anche a Barcellona l’offerta di alloggi è molto ampia, con soluzioni per tutte le tasche. Ricordate però che è una destinazione molto popolare, soprattutto a luglio ed agosto, quindi è bene prenotare con largo anticipo per trovare le offerte migliori.

Valencia

La terza città più grande di tutta la Spagna è Valencia, luogo di nascita della paella, il più famoso piatto tradizionale spagnolo, e di Santiago Calatrava, geniale architetto contemporaneo.

Innovative costruzioni sono la caratteristica distintiva di questa città solare e rilassata, decisamente più vivibile di Madrid e Barcellona, dove potrete trovare anche interessanti musei, palazzi modernisti e un grazioso quartiere antico. Un altro buon motivo per visitare Valencia è la sua ricchissima tradizione gastronomica, che va ben oltre la “semplice” (si fa per dire) paella.

L’offerta di alloggi a Valencia è molto variegata, con proposte per tutte le tasche: modernissimi hotel di catene internazionali ospitati in altissimi grattacieli, hotel di lusso ricavati da palazzi storici, hotel 3 stelle con piscina, pensioncine tradizionali… Il rapporto qualità/prezzo è in genere molto buono.

Bilbao

Il nome di Bilbao, la città più grande dei Paesi Baschi, evoca immediatamente uno dei più prestigiosi musei di arte contemporanea in Europa, il Museo Guggenheim Bilbao, ospitato all’interno di un futuristico edificio che è diventato il simbolo della città.

Tutte le più famose attrazioni turistiche sono legate all’anima moderna e avanguardista di questa città, ma val la pena dedicare un po’ di tempo anche alla città antica, caratteristica e suggestiva con le sue viuzze ciottolate, i mercati, le chiese e i negozietti di artigianato.

Il carattere moderno della città si riflette in un’ampia scelta di confortevoli hotel e city apartments dotati di tutti i servizi; sono presenti in città tutte le più importanti catene internazionali che garantiscono elevati standard qualitativi. Se desiderate qualcosa di più caratteristico cercate il vostro hotel o b&b nella Città Vecchia.

Salamanca

Più vicina al Portogallo che al mar Mediterraneo, Salamanca è una città di rara bellezza dove è possibile riscoprire le atmosfere romantiche della Spagna medievale. È anche la città più dinamica della regione Castiglia e Leon, con un’importante università e una vivace vita notturna.

C’è una buona notizia per chi vuole visitare questa città meravigliosa: i prezzi degli hotel a Salamanca sono molto buoni rispetto ad altre località spagnole.

Dove dormire in Andalusia

L’Andalusia è senza dubbio una delle regioni più affascinanti della Spagna ed è la meta ideale sia per un suggestivo itinerario storico-culturale sia per entusiasmanti vacanze di mare.

L’immagine tipica dell’Andalusia è quella di una terra baciata dal sole, dove piccoli paesini di casette bianche spuntano qua e là tra distese sterminate di ulivi. Sparse nella regione potrete trovare numerosissime case vacanze e ville con piscina, ideali per trascorrere una settimana in pieno relax lontani dalla confusione.

Le tre città principali della regione, Siviglia, Cordoba e Granada, sono dei veri gioielli, impreziositi dalle ricche testimonianze del passato arabo. Ognuna di queste città è stato dichiarata Patrimonio dell’Umanità Unesco e può vantare un monumento islamico di straordinaria bellezza: l’Alcazár a Siviglia, la Mezquita a Cordoba e l’Alhambra a Granada.

La costa è disseminata di località balneari più o meno famose. Se cercate la leggendaria movida spagnola dirigetevi verso la Costa del Sol, a Marbella o a Torremolinos, città di mare con una ben sviluppata industria turistica; per paesaggi più naturali meglio la costa ovest, con le sue spiagge da surfisti come Tarifa.

Se volete un mix di cultura e mare una buona base per esplorare la regione è Malaga, certamente non la città più affascinante dell’Andalusia ma situata in una posizione centrale lungo la costa che rende facile spostarsi per gite in giornata e con le sue spiagge cittadine vi permette di concedervi anche un po’ di tempo al mare.

Dall’Andalusia si può fare una capatina in Gran Bretagna con una visita all’avamposto di Gibilterra oppure prendere il traghetto per una gita in giornata a Ceuta, città spagnola in territorio marocchino.

Dormire nelle località balneari

Sono oltre 8000 i chilometri di territorio spagnolo bagnati dal mare, suddivisi in diversi tratti costieri tra cui i più celebri sono Costa Blanca (a sud di Valencia), Costa del Sol (in Andalusia), Costa Brava e Costa Dorada (le più vicine a Barcellona).

Le coste spagnole sono molto diverse tra loro, alcune caratterizzate da lunghi arenili di sabbia dorata, altre puntellate da calette e insenature nella roccia. Tra tutte, la Costa Brava è forse quella più selvaggia, con una maggiore presenza di turisti nazionali (con l’eccezione di località più famose come LLoret de Mar) e numerosi paesini tradizionali molto suggestivi, come Roses e Cadaqués.

Nelle località più famose della Costa del Sol e la Costa Blanca, come Benidorm e Benicassim, giungono invece turisti da tutta Europa, sia giovani che famiglie, attirati i primi da una scatenata movida e le seconde da spiagge sicure e da una gran quantità di servizi.

Per una vacanza di mare senza rinunciare alle comodità e alle attrazioni culturali di una città scegliete come base Alicante, splendida città lungo la costa sud-est della Spagna vicinissima a famose località balneari.

Dormire nelle isole

Canarie o Baleari, quale isole scegliere? Pur essendo entrambi “Spagna” da un punto di vista politico-amministrativo, i due arcipelaghi sono molto diversi per clima e paesaggio.

Isole Baleari

Le Baleari, ovvero le isole di Maiorca, Minorca, Ibiza e Formentera, sono più vicine all’Italia e quindi si raggiungono più velocemente; sono caratterizzate da un clima mediterraneo, con inverni miti ed estati calde.

Maiorca e Ibiza, famose per le spiagge e la vita notturna, sono molto sviluppate turisticamente, offrono numerosi servizi e una grande quantità di alloggi, tra hotel e case vacanza.

Minorca e Formentera sono più tranquille, ideali per una vacanza di relax nella natura; l’offerta di alloggi è di molto inferiore rispetto alle due isole principali, quindi è bene prenotare con largo anticipo per avere maggiori scelta.

Isole Canarie

Le Canarie comprendono le isole di Tenerife, Gran Canaria, Fuerteventura, Lanzarote, La Palma e le piccole e poco note Gomera e El Hierro.

Si trovano molto più a sud rispetto alle Baleari, al largo della costa africana, e richiedono quindi più ore di volo. Il clima è subtropicale, con poche differenze di temperatura tra inverno ed estate; l’estate però non è particolarmente calda (le medie si aggirano intorno ai 26°).

L’origine vulcanica ha fortemente caratterizzato il paesaggio delle isole, ciascuna con sua identità e caratteristiche peculiari. Le Canarie sono perfette non solo per una vacanza al sole, magari quando in Italia fa già freddo, ma anche per trekking, surf e altre attività all’aperto. Le isole più grandi, come Tenerife, sono consigliate anche a chi ama la vita notturna.

Nelle isole principali troverete una vastissima scelta di alloggi, tra cui mega hotel con centinaia di camere e villaggi vacanze con formula all inclusive, resort e hotel di lusso, ville e case vacanza, pensioni economiche, ostelli. Molto più difficile trovare alloggio nelle isole più piccole, ancora del tutto sconosciute al turismo di massa.

Dormire lungo il Cammino di Santiago

Percorrere a piedi il cammino di Santiago è un’esperienza straordinaria che sempre più persone desiderano vivere a prescindere dal loro credo religioso. Si tratta però di un percorso molto lungo, che richiede organizzazione e un certo livello di preparazione fisica.

Se non vi sentite ancora pronti per affrontare a piedi il cammino di Santiago potete comunque visitare alcune delle località più suggestive del nord della Spagna con una vacanza organizzata da voi. Potrete scoprire una Spagna più autentica, con un paesaggio lontano anni luce dall’immagine stereotipica della Spagna tutta sole e vacanze di mare, ma decisamente affascinante.

È bene stabilire l’itinerario e prenotare gli alloggi prima di partire perché in alcuni paesini la scelta di hotel e b&b è ridotta. In località più turistiche, ad esempio Santiago de Compostela, Oviedo e San Sebastian, l’offerta è decisamente più alta ma è comunque una buona idea prenotare in anticipo, soprattutto se viaggiate in periodi di alta stagione.