Barcellona

Avanguardista, colta, modaiola, gourmet, romantica, bizzarra, moderna, trasgressiva… Barcellona non si può descrivere, è unica. Venite a scoprirla.

Barcellona è una delle poche città al mondo che ha fatto della gioia di vivere il proprio tratto distintivo. Colorata, bizzarra, trasgressiva, per anni è stata meta di turisti italiani interessati solo alla sua leggendaria vita notturna, una delle più trascinanti ed elettrizzanti d’Europa.

Ma Barcellona non si vive solo di notte: è una città splendida, ricca di scorci panoramici, angoli romantici, parchi lussureggianti, vie e piazze con un’atmosfera d’altri tempi. È una città dove gli uomini regalano rose e le donne libri, amici e famiglie si ritrovano per condividere il piacere della buona tavola, i giovani professionisti delle start up e delle multinazionali si danno appuntamento in spiaggia per un aperitivo dopo lavoro.

Plasmata dalla fantasiosa architettura modernista di Gaudì e altri geniali artisti nel primo Novecento e tornata alla ribalta della scena turistica internazionale grazie ai Giochi Olimpici del 1992, Barcellona è una città che da allora non ha mai smesso di emozionare, stupire e far innamorare chiunque abbia avuto la fortuna di poterla visitare. Regalatevi un sogno, un’emozione ad ogni passo, la vacanza più bella della vostra vita. Regalatevi Barcellona.

Cosa vedere a Barcellona

Barcellona è una città entusiasmante, con un’impressionante quantità di cose da vedere e da fare. Qui di seguito le 10 attrazioni da non perdere.

Sagrada Familia

La Sagrada Familia è l’attrazione turistica di Barcellona per eccellenza nonché la più visitata di tutta la Spagna: ogni anno attira quasi 3 milioni di visitatori.

Capolavoro indiscusso del geniale architetto Antoni Gaudí, l’artista che con le sue opere ha rimodellato l’immagine e l’identità di Barcellona, questa originalissima chiesa, che rievoca in chiave modernista le cattedrali gotiche medievali, è in costruzione da oltre 130 anni e ancora non è possibile prevedere la data in cui verranno ultimati i lavori.

Il motivo per cui i lavori si sono prolungati a lungo è presto spiegato: il progetto della chiesa è qualcosa di colossale, ambiziosissimo e, di conseguenza, costosissimo. I fondi sono venuti a mancare in più occasioni, ma nessun visitatore si è mai lamentato delle impalcature o delle torri incompiute perché la chiesa, così com’è oggi, è qualcosa di assolutamente unico e maestoso.

Las Ramblas

La Rambla è la via più famosa e trafficata di Barcellona, un centro nevralgico che va da Plaça de Catalunya fino al Mirador de Colom a Port Vell: da qui passano ogni giorno migliaia di residenti e turisti.

Il centro del viale è un lunghissimo boulevard pedonale alberato, affollato a tutte le ore del giorno e della notte da venditori ambulanti, artisti di strada, mimi e persone d’ogni sorta.

Una camminata lungo le cinque sezioni della Rambla (da cui il nome al plurale Las Ramblas) non è esattamente una passeggiata rilassante perché verrete sommersi di stimoli sonori e visivi, ma è senz’altro una delle esperienze più esaltanti di una vacanza a Barcellona.

Le case di Guadì

Una delle attrazioni più visitate di Barcellona sono le case moderniste progettate dal geniale architetto Antoni Guadì: appartamenti e uffici caratterizzati da linee ondulate e forme che si ispirano alla natura, arredati in maniera del tutto originale e bizzarra.

Un vero simbolo di Barcellona, queste case sono probabilmente le più fotografate e visitate al mondo. Anche se i turisti conoscono solo le due più famose, ovvero Casa Milà più nota come La Pedrera e Casa Batlló, ce ne sono molte altre sparse per la città.

La Pedrera rappresenta uno dei progetti più ambiziosi di Gaudì, assolutamente innovativo per l’epoca dal punto di vista funzionale, costruttivo e ornamentale; fu costruita tra il 1906 e il 1912 come complesso residenziale e amministrativo su sei piani, ognuno con sei appartamenti (di cui alcuni ancora oggi abitati). La facciata grigia a linee ondulate è di per sé qualcosa di unico, ma è il tetto con i suoi camini dalla bizzarra forma che ricorda vagamente dei cavalieri medievali pronti per la battaglia a incantare i visitatori.

Con Casa Batlló il visionario Gaudì porta all’estremo la sua sconfinata fantasia. La facciata è un vero capolavoro, decorata con piastrelle blu, verdi e viola, finestre e balconi ondulati; l’interno è un’estasi di onde, curve e spirali, con elementi decorativi originalissimi, tutti scelti personalmente da Gaudì.

Quartieri di Barcellona

Durante la vostra giornata a Barcellona prendetevi il tempo di esplorare i suoi affascinanti quartieri storici, ciascuno con una sua distinta personalità. Tra i più interessanti vi segnaliamo:

  • Il Barrio Gotico, un intrico di stradine fiancheggiate da piccoli negozi, antiquari, bar tradizionali; sul cielo di questo caratteristico quartiere svetta la guglia appuntita della Cattedrale, magnifica chiesa dedicata a Sant’Eulalia.
  • El Raval, un tempo quartiere degradato che godeva di una pessima fama, è oggi il quartiere di tendenza, pieno di gallerie d’artisti, locali trendy, ristoranti etnici. Qui ha sede il MACBA, museo di arte contemporanea che ha dato il via alla riqualificazione della zona.
  • La Ribera, un misto di atmosfere d’altri tempi, con caratteristici palazzi, chiese, vie, e ritmi moderni, con una concentrazione di locali che ne fa una delle zone più frequentate dai giovani della città.
  • Gracia, un quartiere poco frequentato dai turisti, che di solito son qui di passaggio per visitare il Park Guell, ma è invece molto amato dai barcellonesi per lo shopping e per i ristorantini.

Park Güell

La genialità di Gaudì ha anche dato vita al più originale parco pubblico che possiate mai visitare: è il coloratissimo, bizzarro e a suo modo fiabesco Park Güell, che si trova su una collina a nord di Gracia. Le decorazioni disseminate lungo i 3 km del parco, caratterizzate da vivaci colori e assenza di linee rette nel tipico stile di Gaudì, sembrano a volte più reali del vero.

Una passeggiata per le vie, i sentieri, le piazze, i gradini del parco è un affascinante viaggio in un mondo di fantasia: appena entrati vi troverete davanti una grandiosa scalinata al termine della quale vi aspetta una fontana a forma di salamandra, simbolo del parco. Da lì potrete accedere alla grandiosa Sala Ipostila, con 86 colonne in un originale stile dorico rivisitato da Gaudì.

Sulle colonne del tempio poggia una terrazza, anch’essa riccamente decorata, da cui è possibile godere di una splendida vista su Barcellona.

Palau de la Música Catalana

Un’altra tappa imperdibile di ogni itinerario nella Barcellona modernista è il Palau de la Música Catalana, un magnifico auditorium e sala concerti progettato da Domènech i Montaner nel primo Novecento.

La facciata principale è riccamente decorata da motivi floreali, mosaici e sculture che rimandano alla musica popolare catalana. L’interno, non meno sontuoso, è visitabile con un tour guidato.

Mercato della Boqueria

A Barcellona anche i mercati sono modernisti, ma più che il bel edificio che lo ospita è la particolarissima atmosfera che si vive al suo interno a rendere così speciale il Mercat de la Boqueria, il più famoso mercato al coperto della città nonché una della attrazioni più visitate de las Ramblas.

È un caleidoscopio di colori, profumi, suoni, dove i barcellonesi fanno la spesa di prodotti freschi di qualità e i turisti scattano decine e decine di foto. Il mercato de la Boqueria è anche un’ottima scelta per uno spuntino sfizioso con prelibatezze locali.

La fontana magica di Montjuic

Ogni sera a Barcellona si ripete uno spettacolo magico: nell’ampia Plaza de Espanya si trova un’enorme fontana ellittica nota come la fontana magica di Montjuic che di sera viene illuminata e dà vita a un emozionante spettacolo di luci e suoni. L’acqua sgorga a tempo di musica e sembra danzare, con le luci che creano un effetto scenico ancor più suggestivo.

 

Spiagge di Barcellona

Se c’è una cosa che i madrileni hanno sempre invidiato ai barcellonesi è la possibilità di fare un tuffo al mare dopo una giornata di lavoro. Le spiagge cittadine di Barcellona, concentrate nella zona di Barceloneta, si raggiungono comodamente con i mezzi pubblici.

La costa di Barcellona è un susseguirsi di lunghi arenili dalla sabbia dorata, perfetti per qualche ora di relax dopo le visite ai musei e ai monumenti: tra questi, i più famosi e frequentati sono Platja de Barceloneta, Platja de Sant Miquel, El Poblenou. Non lasciate la città senza un aperitivo in uno dei leggendari chirinquitos sulla spiaggia di Barcellona.

Musei

Se siete appassionati di arte e storia non perdetevi i tre musei più famosi di Barcellona:

  • Museo Picasso: una straordinaria collezione delle prime opere del geniale artista spagnolo ospitata all’interno di cinque palazzi medievali in pietra contigui. Non aspettatevi di vedere le opere più famose di Picasso, ma per la location suggestiva e l’importanza di queste opere per il successivo sviluppo artistico dell’artista il museo Picasso di Barcellona è un vero must.
  • Fundació Joan Miró: la più importante collezione al mondo dedicata a uno dei geni della pittura spagnola ed europea del XX secolo, ospitata all’interno di un moderno, bianchissimo edificio.
  • Museu Nacional d’Art de Catalunya: collezione di arte catalana dal primo Medioevo al XX secolo, conservata all’interno del monumentale Palau Nacional de Montjuïc in stile neoclassico, costruito per l’Esposizione Internazionale del 1929.

Dove dormire a Barcellona

Barcellona è una delle città europee più visitate e questa ha dato sviluppo ad una forte industria alberghiera, con ampia scelta di hotel e b&b in tutte le fasce di prezzo.

Con la metropolitana spostarsi da una parte all’altra della città è veloce ed economico, quindi le principali attrazioni turistiche si raggiungono facilmente da qualsiasi zona. Se volete abbinare le visite turistiche a un po’ di mare vi consigliamo di cercare un hotel o un b&b vicino a Barceloneta.

Una buona notizia per chi viaggia low cost: dato il gran numero di turisti giovani che preferiscono Barcellona ad altre città europee, hanno aperto in città numerosissimi ostelli che competono per prezzo e qualità: molti di questi offrono sia posti letto in dormitorio sia stanze private e sono adatti sia a viaggiatori solitari sia a coppie e gruppi di amici.

Alloggi consigliati a Barcellona

  • H10 Casa Mimosa 4* Sup: incantevole hotel 4 stelle che vanta una posizione invidiabile a due passi da La Pedrera, con vista sui camini della celebre casa di Gaudì. Potrete rilassarvi dopo una giornata di visite turistiche nella terrazza solarium con vasca ad immersione o nel lussureggiante giardino con piscina. All’interno l’arredamento è contemporaneo di design.
  • Yurbban Trafalgar Hotel: hotel 3 stelle nel cuore della Città Vecchia. Dalla piscina sul tetto è possibile godere di una fantastica vista sulla città. L’arredamento in stile contemporaneo-chic è curatissimo e molto originale. Le camere sono tutte insonorizzate e dotate di tutti i comfort.
  • The 8 Boutique B&B: hotel 2 stelle dall’imbattibile rapporto qualità/prezzo, rappresenta la miglior scelta per chi vuole comodità a un prezzo accessibile. A soli 50 metri da Casa Batllò, nel centralissimo Paseig de Gracia, è una struttura semplice ma molto curata.

Eventi e vita notturna

A Barcellona ci saranno almeno dieci grandi eventi al giorno: è una città instancabile e creativa, dove gli appassionati di teatro, danza, musica, cinema, arti visive, letteratura e altre discipline artistiche troveranno sempre qualcosa da fare.

Le feste tradizionali mostrano come questa città non sia solo chiasso e movida: emozionanti, romantiche e suggestive, sono eventi da non perdere.

Il 23 aprile, festa di San Jordi la città si riempie di bancarelle di fiori e di libri: secondo la tradizione, gli uomini regalano una rosa alla donna amata e la donna regala all’uomo un libro. Un’altra seguitissima festa popolare è il 24 settembre, Festa Major de la Mercè, celebrata con danze, musica, stand gastronomici ed eventi d’ogni tipo.

Leggendari sono gli eventi musicali di Barcellona, tra cui il seguitissimo Primavera Sound, che si svolge a fine maggio, e il Sonar, uno dei più importanti festival di musica elettronica d’Europa.

Per quanta riguarda la vita notturna, ogni notte c’è solo l’imbarazzo della scelta per i party animals in visita a Barcellona: dai beach bar di Barceloneta agli esclusivi club dell’Eixample, passando per la movida de Las Ramblas e locali cult come il Razzmataz, la notte di Barcellona inizia tardi e finisce a mattina.

Come arrivare a Barcellona

Barcellona è facilissima da raggiungere dall’Italia perché è collegata con voli diretti delle compagnie low cost in partenza da numerosissime città italiane, in alcuni casi solo stagionali in altri invece operativi tutto l’anno.

Oltre all’aeroporto principale nella città di Barcellona, potete dare un’occhiata anche ai voli per Girona che spesso sono più economici: da lì potrete raggiungere Barcellona in circa un’ora di autobus.

Se vi trovate già in Spagna potete raggiungere Barcellona con un volo nazionale, oppure treni e autobus in partenza da tutte le principali località spagnole.

La capitale della Catalogna è anche una base ideale per spostarsi con un’auto a noleggio perché si trova al centro di un’efficiente rete autostradale. Valencia è a sole tre ore e mezza di viaggio, mentre per arrivare a Madrid ce ne vogliono sei.

Mappa

Cerchi un alloggio a Barcellona?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Barcellona
Mostrami i prezzi